SandBox ItaL2 è uno strumento gratuito, dedicato a insegnanti di italiano L2 e pensato per dare modo a chi lo voglia di sperimentarsi nella creazione di materiale didattico. L’insegnante che si dedica alla creazione di materiali didattici (auspicabilmente ogni insegnante) è quello che chiamiamo il docente-editore e mettiamo al centro del processo didattico descritto qui di seguito.

Questo strumento ha scopo di formazione, addestramento, conoscenza. In quanto gratuito, esso risponde a una logica economicamente disinteressata, la stessa che regola la creazione del software libero.

Tale logica pone in evidenza la necessità di “metterci le mani“, ovvero il fatto che «gli insegnamenti fondamentali […] possano essere appresi smontando le cose, analizzandone il funzionamento e utilizzando la conoscenza per creare cose nuove e più interessanti».

Per questo motivo, l’invito è non solo a creare materiali bensì a scaricare quelli qui presenti, modificandoli e riadattandoli secondo i propri gusti e criteri. H5P, il servizio software qui utilizzato, risponde perfettamente a tale logica, come risulta chiaramente dal suo motto: «Create, share and reuse».

Adesso, in breve, come si usa questa risorsa. Per creare materiali sono sufficienti pochi passaggi:

  1. creare una o più attività didattiche (Crea attività);
  2. inserire la/e attività in un articolo (Crea articolo);
  3. categorizzare e taggare l’articolo;
  4. pubblicare, verificare, perfezionare…

È da tenere presente che:

  • per ogni tipo di attività, all’interno del software autore (H5P) ci sono sia materiali di esempio che riferimenti a tutorial di vario genere e durata;
  • ogni articolo deve possedere almeno tre categorie, che servono a specificare abilità (comprensione, produzione, interazione), competenza (lessico, grammatica ecc.), e livello secondo il QCER;
  • oltre alle categorie, che sono un sistema chiuso, ci sono i tag, un sistema aperto pensato per includere degli indicatori sugli argomenti trattati nella singola UdL (idealmente, 3-4 tag sono sufficienti a dare una buona indicazione).

Ogni articolo è commentabile e ciò serve a creare scambi di idee e a raccogliere osservazioni sul materiale prodotto, in modo da poterlo costantemente migliorare.

Infine, il copyleft dei contenuti. Come nel terzo dei cinque pilastri di Wikipedia, nessun autore può limitare l’utilizzo del contenuto che qui pubblica. Perciò ogni attività H5P ha un pulsante “Download” che ne consente la condivisione e il riutilizzo nel modo più ampio.
Più in particolare, la condizione che regola la condivisione dei contenuti in questo sito corrisponde alla formula CC BY-NC-SA, che “permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, ma non a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza e indicato se sono state effettuate delle modifiche; e che alla nuova opera venga attribuita la stessa licenza dell’originale (quindi ad ogni opera derivata non verrà consentito l’uso commerciale)”.
Le restrizioni allo sfruttamento economico così imposte impegnano per primo questo sito.

Buon divertimento!

Vai alla barra degli strumenti