Manifesto (bozza)

Promozione sociale

ItaL2.org desidera riunire una community di insegnanti di italiano L2 che mettano in comune la loro esperienza, i loro materiali e le loro conoscenze, per vedere i primi migliorare sotto il profilo qualitativo e quantitativo e per rendere le loro conoscenze più solide e la loro attività più libera, bella e utile, per se stessi e per la società circostante.

Formazione permanente

Questo sito è proposto come un luogo di incontro di opere e idee che scommette sulla relazione tra pari che ha luogo in una comunità di pratica e sul potenziale di questa per stimolare e produrre un costante perfezionamento a partire dalle opere e da qui, auspicabilmente, fino alle idee, nonché alle competenze, di chi a queste opere si dedica.

Imparar facendo

Così come l’incontro tra pari può produrre un miglioramento personale e professionale dei membri impegnati, così l’incontro dei materiali qui costruiti con i bisogni e il lavoro degli apprendenti consente ai materiali stessi un analogo e progressivo miglioramento.

Ecosistema

Di tutto ciò è parte integrante l’apprendente, il cui progresso nella competenza linguistica e comunicativa soltanto può confermare e ridare slancio all’insieme. Un’analoga circolarità ha luogo già dal lavoro condiviso, per cui nell’aiutare un collega, la buona riuscita di un suo compito costituirà come un contrassegno della bontà dell’aiuto che gli è stato offerto.

Autoorganizzazione

Sostenere la community nel suo lavoro più in generale dovrebbe apportare analoghi benefici nel sistema. ItaL2 auspica infatti il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutti i suoi membri, in modo che l’esercizio delle funzioni di gestione (economica, relazioni pubbliche, mantenimento del sito, ricerca e traduzioni di materiali, interfacce ecc.) sia il più possibile condiviso e consenta un’alternanza delle funzioni tra i membri stessi, dando a tutti quelli che la vogliano l’occasione di sperimentare ogni aspetto della vita della community.

ItaL2.org non ha altri scopi oltre quelli fin qui descritti.


Le idee qui esposte e l’impostazione qui tratteggiata rappresentano il punto di vista di chi le ha scritte e nel momento in cui le ha scritte. Ciò, se da un lato non esclude una loro rivisitazione o rettifica, lascia comunque intatto che per il momento questa è la direzione che si è deciso di intraprendere.

Manifesto originale (2011)

Vai alla barra degli strumenti