Un pericoloso biblioanimale

In questa unità ti proponiamo alcune attività liberamente ispirate al materiale prodotto da Roberto Tartaglione e Giulia Grassi.

L’unità, basata su un racconto di Stefano Benni tratto da “Il bar sotto il mare”, propone una serie di attività incentrate sulla comprensione del testo, l’uso del congiuntivo e dei segni di interpunzione.

Buon lavoro!


1. La punteggiatura perduta!

Sai benissimo quanto sia importante la punteggiatura affinché il testo sia chiaro e comprensibile a tutti.

Prima leggi il racconto privo di punteggiatura, poi utilizza un qualsiasi editor di testo che hai a disposizione per copiare il testo e inserire, dove ritieni opportuno, la punteggiatura (punto, virgola e due punti) e le lettere maiuscole.

 

 

Adesso apri il testo originale (clicca sulla freccia a sinistra per espandere il testo) e controlla se hai fatto le scelte giuste.


2. Annienta il verme disicio!

Forse hai già notato dall’attività precedente che l’ultima parte del racconto è un po’ confusa. Infatti il verme disicio è un po’ dispettoso e ha manomesso il testo.

Prima di tutto seleziona le parole che non sono nella giusta posizione.

 

Adesso che hai trovato le parole manomesse, riscrivile nella posizione corretta.


3. E il congiuntivo è la tua spina nel fianco?

Vediamo se per te il congiuntivo è motivo di preoccupazione e tormento!

Nell’attività seguente troverai delle frasi in cui sarebbe stato meglio usare un congiuntivo. Individua il verbo, trasformalo al congiuntivo e registralo.


Ti sono rimasti dei dubbi? C’è qualcosa che vuoi discutere o approfondire? Puoi usare gli spazi di commento in fondo all’unità per scrivere o per registrare un messaggio vocale.

 

Vai alla barra degli strumenti